Villa Rufolo, Ravello

Celebrità e Ravello

Ravello ha il potere delle stelle. Per più di VII secoli ha attratto celebrità.

Nel 1222, si crede che San Francesco abbia attraversato Ravello sulla sua strada per venerare i resti di Sant’Andrea nella vicina Amalfi.

Nel XIV secolo, Giovanni Boccaccio, una delle prime rock star del Rinascimento Italiano, decantò di Ravello nel Decameron, e Roberto II, uno dei grandi Re Normanni di Napoli, ebbe piacere a banchettare a Villa Rufolo.

La famosa vista della Costiera Amalfitana dai giardini di Villa Rufolo a Ravello
La famosa vista della Costiera Amalfitana dai giardini di Villa Rufolo a Ravello

Non soltanto un bel posto da visitare, Ravello offrì ispirazione a compositori, musicisti e scrittori da tutto il mondo.

Fu qui che Richard Wagner compose il II atto dell’opera Parsifal nel 1880 e D.H. Lawrence scrisse Lady Chatterley’s Lover ("L’amante di Lady Chatterley") nel 1927.

Gore Vidal, il noto autore Americano, visse e scrisse a Ravello per più di 30 anni, divenendo infine cittadino onorario.

Villa La Rondinaia. Residenza rinomata a Ravello di autrice americana Gore Vidal, in Italia
Villa La Rondinaia. Residenza rinomata a Ravello di autrice americana Gore Vidal, in Italia

Andre Gide, uno dei giganti della letteratura Francese del XX secolo, scrisse la sua prima novella a Ravello all’età di 31 anni e E.M. Forster, il grande novellista Inglese meglio conosciuto per A Passage to India ("Un Passaggio in India"), Howard’s End ("La Fine di Howard") e A Room with a View ("Camera con Vista"), scrisse la sua prima storia breve, Story of a Panic ("Storia da Panico") mentre risiedeva a Villa Episcopio.

I grandi lavori artistici di M.C. Escher, il famoso artista grafico Olandese, furono pesantemente influenzati dalle lucertole e dalle decorazioni Moresche che scoprì durante la sua permanenza a Ravello.

Nei primi anni del XX secolo, Villa Cimbrone acquisì fama come ritrovo di Virginia Woolf e di altri membri del London’s Bloomsbury Group, includendo John Maynard Keynes, il più famoso economista del XX secolo.

La Villa Cimbrone - Dipinto di Chris Apel
La Villa Cimbrone - Dipinto di Chris Apel

Numerose leggende Hollywoodiane cercarono rifugio a Ravello.

Nel Febbraio del 1938, la riservata Greta Garbo fuggì a Hotel Villa Cimbrone con l’intenzione di sposare Leopold Stokowsky, il compositore che scrisse e condusse la colonna sonora di Fantasia di Walt Disney.

Nel 1953, il film Beat the Devil fu filmato a Ravello. La sceneggiatura fu scritta sul posto da Truman Capote, e il cast, che comprendeva Humphrey Bogart, Gina Lollobrigida, Jennifer Jones, Robert Morley, e Peter Lorre, alloggiava all’Hotel Palumbo. Sebbene il film non ebbe successo istantaneo al botteghino, divenne un cult minore. John Huston, il direttore, scrisse affettuosamente nelle sue memorie quanto si divertirono girando il film, includendo i tornei di poker organizzati da Bogart.

<em>Belvedere</em> di Villa Cimbrone; anche conosciuto come <em>Terrazza dell’Infinito</em>
<em>Belvedere</em> di Villa Cimbrone; anche conosciuto come <em>Terrazza dell’Infinito</em>

Oggi, Ravello è una popolare destinazione di matrimonio per le rock stars e le celebrità di Hollywood.

Matrimonio a Ravello
Matrimonio a Ravello

Woody Harrelson recentemenete ha soggiornato con la sua famiglia a Ravello, uscendo durante il giorno in Piazza Vescovado, e qualche anno fa Pierce Brosnan prese parte a una lezione di cucina da Mamma Agata, che rammenta con affetto di quando cucinò per Humprhey Bogart da ragazzina.

Piazza Vescovado Pomeriggio - Dipinto di Chris Apel
Piazza Vescovado Pomeriggio - Dipinto di Chris Apel

Ravello ha anche attratto la sua buona dose di visitatori da alcune famose figure politiche, che includono il Generale Dwight Eisenhower, che nella II Guerra Mondiale complottò l’avanzata alleata a Monte Cassino mentre soggiornava all’Hotel Palumbo.

Il Britannico Winston Churchill fece una visita post bellica a Ravello, e durante la presidenza di John F. Kennedy, Jackie Kennedy fece due settimane di vacanza a Ravello insieme alla sorella, la Principessa Lee Radziwill, e i suoi due bambini, John e Caroline.

Passeggiando per Ravello

Il libro degli ospiti degli hotel di Ravello si potrebbe leggere come un edizione di Who’s Who’s, ma fortunatamente per il resto di noi, non devi essere una celebrità per goderti Ravello.

Scopri Ravello

Vieni e goditi il cibo, la musica, e la bellezza che rende Ravello cosi speciale

Attrazioni a Ravello

...da non perdere!