Vigneti tra le colline di Ravello

I Vini di Ravello

Nessun viaggio a Ravello sarebbe completo senza aver assaggiato il vino regionale, incluse alcune varietà di vitigni locali che sono uniche di questa area.

Molte delle viti cresciute in Costiera Amalfitana hanno un’antica disposizione lineare che risale al tempo dei Romani.

Infatti, Falanghina, una delle più popolari varietà di vini bianchi, è prodotto dal famoso acino Falerno il preferito degli antichi Romani, ma la vite ha probabilmente antiche origini Greche.

Altre varietà di viti di speciale interesse in questa zona includono il Greco di Tufo, un altro acino di possibili origini Greche, e Piedirosso, un acino rosso scuro che è notamente cresciuto sulle pendici del Vesuvio e nell’isola di Capri.

Vigneti tra le colline di Ravello
Vigneti tra le colline di Ravello

La Cantina Episcopio è la piu vecchia e meglio conosciuta dei vigneti di Ravello.

Fondata nel 1860 da Pasquale Palumbo, il vigneto è stato tramandato attraverso quattro generazioni al pronipote, Marco Vuilleumier. Il vino della Cantina Episcopo ricevette un riconoscimento internazionale nel 1880, quando guadagnò il primo posto in una prestigiosa degistazione di vini a Londra.

Oggi, il cantina vinicola comprende vini fatti con acini locali: Ginestrella, Pepella, San Nicola, Biancazita, e Biancatenera tra i vini bianchi, e Aglianico, Serpentaria e Piedirosso tra i rossi.

Ettore Sammarco, Ravello

Alcuni degli altri vini popolari prodotti a Ravello includono il Selva delle Monache, un fresco vino bianco prodotto da Ettore Sammarco, e i vini rossi prodotti sotto l’etichetta Vini Gran Caruso.

Scopri Ravello

Vieni e goditi il cibo, la musica, e la bellezza che rende Ravello cosi speciale

Attrazioni a Ravello

...da non perdere!