Ravello, Italy

Benvenuti a Ravello

Situata su una collina a piu di 365 metri sopra il Mediterraneo e ben lontana dalla folla che riempie le citta marine di Amalfi e Positano, Ravello è il tesoro nascosto della Costiera Amalfitana.

<em>Belvedere</em> di Villa Cimbrone; anche conosciuto come <em>Terrazza dell’Infinito</em>
Belvedere di Villa Cimbrone; anche conosciuto come Terrazza dell’Infinito

Le sue ville e le sue vedute hanno incantato i visitatori per secoli. Attori famosi, autori, compositori, e artisti sono venuti qui per trovare rifugio e ispirazione.

Adesso tocca a te scoprire Ravello. Vieni e goditi il cibo, il vino la musica, e la bellezza che rende Ravello cosi speciale.

Belvedere, Villa Rufolo
Belvedere, Villa Rufolo

Poco è noto riguardo ai primi abitanti della collina e promontorio che adesso forma la città di Ravello. Al di sopra del Mediterraneo, e tagliata fuori dal resto dell’Italia dalle montagne circostanti e dai dirupi, sarebbe stato difficile continuare a vivere in un terreno così duro e collinare.

Quando gli antichi Greci, primi arrivati in questa area 2,600 anni fa, scelsero di sistemarsi a quasi 70 chilometri a sud di Ravello, fondarono la città di Poseidonia, adesso nota come Paestum, dove costruirono tre templi che ancora si presentano come un durevole tributo alla civilizzazione Greca.

Ma i primi abitanti noti di Ravello e delle cittadine vicine furono i Romani. Nel primo secolo A.C., possibilmente dopo l’eruzione del monte Vesuvio nel 67 A.C, una larga villa Romana fu costruita sulle rive del attuale Minori, a pochi chilometri ad est di Ravello.

La famosa vista della Costiera Amalfitana dai giardini di Villa Rufolo a Ravello
La famosa vista della Costiera Amalfitana dai giardini di Villa Rufolo a Ravello

I documenti dimostrano che non c’erano strade in questa area all’epoca; viaggare via terra sarebbe stato estremamente difficile. I primi Romani, tra cui il nobiluomo Pompeiano che si creda abbia costruito la villa rinvenuta a Minori, sia probabilmete arrivato in riva al mare.

Panorama di Ravello dalla Scala
Panorama di Ravello dalla Scala

La cittadina di Scala, sita al lato opposto della vallata rispetto a Ravello, fu costruita nel IV secolo A.C. dai Romani che naufragarono sulla loro strada per Costantinopoli. Tra di essi vi erano membri della famiglia Rufus, nobiltà Romana i cui discendenti giocarono un prominente ruolo nello sviluppo di entrambe le città di Scala e Ravello.

Poco più è noto di questa piccola colonia Romana finché non fu assorbita formalmente nella reppublica di Amalfi nel 1070. Poco dopo il XII secolo, i suoi residenti si ribellarono contro Amalfi e acquisirono il nome di “Rebellum”.

Nel medioevo, Ravello, produsse diversi mercanti di successo, che costruirono la maggior parte di ciò che riconosciamo oggi a Ravello, inclusa la Villa Rufolo, i palazzi, Il Duomo, e le chiese di Santa Maria a Grandillo e di San Giovanni del Toro. Il loro contributi architettonici trasformarono Ravello da una assonnata frazione di montagna in una meraviglia medievale.

Dal XIII secolo, Ravello fu ampiamente ammirata per i suoi giardini, architetture, e panorami mozzafiato.

Giardini di Villa Rufolo
Giardini di Villa Rufolo

È difficile immaginare oggi l’antica scala demografica di Ravello. Precedentemente alla piaga che si diffuse nella regione nel 1656, alcune stime contano che ci fossero circa 40.000 residenti.

Oggi, ne conta poco più di 3.000. Scala, cittadina più vicina a Ravello, secondo le testimonianze, aveva più di 100 torri e altre maggiori fortificazioni prima che le forze Pisane distruggessero la maggior parte della città nel XII secolo, includendo la Basilica di Sant’Eustachio, di cui restano le maestose rovine.

Ravello fu anche una città fortificata, con almeno due castelli, ma come Scala poco è rimasto delle antiche fortificazioni.

Giardini di Villa Cimbrone
Giardini di Villa Cimbrone

Fortunatamente per noi, molte delle chiese e delle ville per cui Ravello divenne famosa, sopravvissero alle invasioni Pisane e la maggior parte di ciò che rimase fu restaurato alla sua gloria originaria. Non tutto è stato salvato, ma la bellezza di Ravello e la sua grandezza sono durate, e il suo fascino è soltanto cresciuto col tempo.

Palco dei concerti all’aperto, Villa Rufolo
Palco dei concerti all’aperto, Villa Rufolo

Oggi, grazie al suo festival di musica estivo, Ravello è conosciuta nel mondo come la città della musica.

Scopri Ravello

Vieni e goditi il cibo, la musica, e la bellezza che rende Ravello cosi speciale

Attrazioni a Ravello

...da non perdere!